domenica 31 agosto 2008

wuxi

La mossa "wuxi" del dito mignolo è solo una delle cose per cui, una volta usciti dal cinema abbiamo continuato a ridere. Un cartone animato con la C maiuscola, simpatico, divertente e anche educativo. Perchè alla fine "basta crederci e credere in se stessi". Una bella serata quella di ieri, una bella giornata quella di oggi. Domani si torna al lavoro con la promessa di andare un più spesso al cinema, di frequentare un corso di balli di coppia (o forse è più divertente a casa con quello che abbiamo scaricato, vedremo) e... vabbè, buonanotte!
elis@

sabato 30 agosto 2008

rassegnatamente

Mi avvio a questo ultimo w.e. di pace. Sto aspettando Samuele che come sempre non smentirà i suoi mega ritardi, per un sabato tutto nostro in cui in programma per ora c'è solo Kung Fu Panda stasera al cinema. Rassegnata al fatto che lunedì si riparte sul serio senza poter fuggire dal lavoro, mi viene da riflettere su una cosa.

Possibile che io vada al cinema solo ed esclusivamente per vedere cartoni animato o film fantastici?? Effettivamente sono una bimba troppo cresciuta. I MUST degli ultimi anni sono stati Harry Potter (il mio maghetto adorato, preferito e amato), Narnia, Il Signore degli Anelli e tutti i cartoni che riuscite a ricordare. Unica parentesi "Saturno Contro"... parentesi che sinceramente era molto meglio non aprire, non mi aspettavo certo il film che ho visto (BLEAH!!)!

Effettivamente anche tra i miei libri c'è molto fantastico. Boh. Decisamente bimba troppo cresciuta; non posso evitare di pensare al libro che sto leggendo, il primo della saga delle Cronache del Mondo Emerso. Molto bello. E non il solito tentativo di clonare il grande Tolkien. Molto bello credo renda l'idea. Certo non leggo solo questo... ma diciamo che tra questo genere e lo smielato "romanzo d'amore" vince mille volte il fantastico. Anche perchè non ho mai letto nulla che abbia anche lontanamente a che fare con qualcosa di troppo smielatamente appiccicoso. Non mi piace, non mi appassiona, non mi fa sognare. Parla una che se sta leggendo di una battaglia o di una scena un pò concitata, basta un cricchiolio per farla saltare o che ha pianto nel leggere della scena della Morte di Gandalf o del più recente Silente.

Sono un pochino strana... ma non tanto da non rendermi conto del ritardo del mio ragazzo. Ho cercato di dargli del tempo scrivendo qui, ma diciamo che...

vi saluto e vado a cercare il cellulare... SAMUELEEEE!!

giovedì 28 agosto 2008

fai pace... col cervello!

Sono due giorni che sto a casa e non faccio che pensare che da lunedì si ritorna prepotentemente al lavoro... che palline. Non riesco a non pensarci, forse perché questa cosa mi angoscia un pochino. Unica cosa che mi ripeto è: non puoi prendertela così, è un lavoro come un altro. Vai, attacchi, finisci e ricomincia la tua vita (sembra facile!).

Proprio per questo in questi giorni ho ricominciato la cosa più bella e stimolante che fino ad oggi io abbia mai fatto. Le ripetizioni. Il lavoro mi ha tolto tutto il tempo [ed ahimè il denaro] che dedicavo ai miei pargoletti... in questo mese (quasi) di ferie ho approfittato per recuperare i pargoli che aspettavo un po' del mio tempo libero da colonizzare. Ho deciso che dedicherò un'ora la giorno, anche se in tarda serata, ai miei mostriciattoli. Le lezioni di matematica e fisica mi fanno sentire importante, mi rilassano e danno quel tocco di "mi sento utile e sto facendo quello che mi piace" alle mie giornate. Appena ci si può ri-iscrivere nelle graduatorie per le supplenze alle scuole, lo faccio di corsa. Non c'è cosa più bella che passare ad altri conoscenze fatte proprie nel corso di anni... mi piace, mi riesce semplice, mi fa sentire utile. Spiegare agli altri cose difficile nella maniera più semplice credo sia la cosa che mi riesce meglio... questo è anche quello che dicono i miei mostrilli e in questi 8 anni ne ho visti di tutti i tipi e colori credetemi!

Mentre scrivevo questo post m'è venuta voglia di riorganizzare la mia agenda... ho bisogno di spazio da colonizzare! Un bacio a tutti (quello più coccoloso al mio Sam), elis@

martedì 26 agosto 2008

...con la testa tra le nuvole!

video

[Maccarese, bivio per Focene]

Non so da quanto tempo aspettavamo questo momento. Nonostante i mezzi tecnici non rendano bene l'idea, è stata una serata fantastica! L'aereo sopra le nostre teste, di dimensioni impressionanti. Un bolide ogni 2 minuti, un rumore che ne copre ogni altro, le luci che si avvicinano e sopra la testa delineano la figura del mostro del cielo... bello bello bello bello!

Ci voleva proprio una serata tutta nostra, fatta di risate, battute sceme (che ci vengono taaanto bene) e di bacini freddolosi! Questa fine di agosto solitaria mi piace tantissimo, stasera rientrano tutti e casa sarà di nuovo quella baraonda che è sempre stata. Tutto torna alla normalità, ma ieri sera è bastata per sognare una vita MIA. Uno spazio mio, tempi miei... che purtroppo ancora non possiamo avere, ma... stiamo lavorando per tutto questo "come tante formichine su questa terra, con il solo obiettivo di una vita tranquilla".

Ti amo Sam, elis@

lunedì 25 agosto 2008

...arrugginita!

Disintossicata dal pc, da internet, dalla posta elettronica, eccomi qui a stupirmi delle tante mail (più che altro pubblicità dei migliaia di siti ai quali giornalmente mi sono iscritta, alla ricerca di un lavoro) che ho trovato nella mia posta! Felice di aver trovato qualche nuova cartolina, di averne spedite alcune a coloro che mi avevano lasciato il loro recapito... si riparte! Oggi sono stata in istituto, il deserto dei laboratori mi ha stupita un'altra volta. Ho consegnato "a mano" la mia domanda all'ufficio dottorati; ho finalmente chiuso questa prima pratica. Mi hanno consigliato di riposarmi qualche altro giorno, che tanto questa settimana non c'è nessuno e la prossima inizieranno a farmi sudare le famose 7 camicie. Va bene così allora, nel silenzio della mia casa, mi godo il fruscio sonnacchioso del ventilatore, il ticchettare dei tasti della mia tastiera, il silenzio di una casa per una volta tutta mia...

Sono proprio contenta. Ci siamo solo io e Giovanna (la mia cricetina pallottina) e tanta voglia di coccolarmi un pochino! Un buon ritorno a tutti dalle ferie e un buon inizio di sudata a tutti!

Un bacino al cucciolo Giovanni che con i suoi sei-chili-e-mezzo e meno di due mesi ha stroncato le braccia alla zietta, che se l'è coccolato tutto ieri pomeriggio! Alla faccia del pupo... praticamente un salsicciotto ripieno!

elis@

mercoledì 13 agosto 2008

Ciaoooo

Buon ferragosto a tutti e buone vacanze!!

Ci rileggiamo il 25 agosto,

elis@

martedì 12 agosto 2008

ridere fa bene al cuore

Serata tranquilla. Seduti intorno al tavolo a ridere, ricordare... quella ridarella, che, alimentata da pensieri buffi, non smette mai di far male alla pancia. Una di quelle serate, in cui rientri in camera e senti che tutto il corpo ha riso con te, ti senti bene, rilassato...

Stasera è proprio una di quelle sere. Sto bene... sento che non potrei chiedre altro dalla vita. Che poi alla fine, nonostante tante lagnette che faccio, non posso enon voglio davvero chiedere nulla. Da oggi, non chiederò più, desidererò. Ho degli obiettivi e, ragazzi, vedrete se non li raggiungo.

Oggi ho pagato il bonifico per il dottorato [cinque santi euro di commissione per un bonifico!!], la domanda è praticamente quasi pronta. Forse è questo quello che devo fare. Intanto l'ho pagato, anche se alla fine non lo so nemmeno io... Boh!

Vi auguro una buonanotte di quelle che ti svegli la mattina e, senza trauma, inizi la giornata più bella del mondo... notte notte!

elis@

sabato 9 agosto 2008

dove sono

...le mie vacanze??

Ancora a combattere per un curriculum da vedere, rivedere e correggere. Adesso sembra vada bene, ma che stress! E poi vorrei tanto non starmene qui, starmene lontana, in una terra in cui posso essere un nessuno qualunque, un nessuno senza obblighi o doveri. Senza dovermi per forza sentire di dover dimostrare qualcosa a qualcuno. E invece nulla di tutto questo si prospetta per questa mia vacanza... che più che altro è un "non-andare-al-lavoro", che va bene, ma non quando hai tutta la famiglia intorno, che chiede, ordina e alle volte pretende! Sono un po' stufa e un po' nervosetta, non mi va di stare qui, ma non posso fare altrimenti. Stasera vado a lavorare al ristorante... non mi va nemmeno di fare questo.

Boh, non lo so che c'ho. Scoionamentos totales credo. Un buon w.e. a tutte le mucchette, anche a quelle oltr'alpe!

elis@

venerdì 8 agosto 2008

lo sapevo

L'amicizia vera, altra forma d'amore, ma forse ancora più rara, trionfa sempre.

Chi sa, sa. Chi non sa, non può sapere. E chi non capisce, vabbè... facciamo finta che avete capito!

elis@

08 08 08

In questo giorno così numericamente ripetitivo... un solo lamento. In questa estate in cui per aspettare il mio amore grande che ancora lavora, sono ancora a Roma... un'unica cosa mi viene alla mente...

FA CALDOOOO!!

giovedì 7 agosto 2008

Vento, che scompiglia

A volte ci vuole.

Il tempo che corre ci fa accettare tutto, passare magari sopra qualcosa che in momenti diversi della nostra vita, non riusciremo nemmeno a tollerare.

E quando tutto di ferma di solito parto con l'ordinare le mie cose (che di solito nella mia stanza si arriva a un livello di entropia da far paura), sistemo, pulisco e nello stesso tempo nella mia mente si chiariscono molte cose. Ogni tanto ci vuole. Chiarire alcune situazioni, alcuni atteggiamenti, alcune cose che non mi vanno proprio a genio, parlare. A volte dobbiamo prendere il tempo di parlare, chiarire, alleggerire il cuore e riordinare anche i nostri rapporti.

Sono felice. Di aver riordinato, pulito, sistemato, chiarito... e se non altro aver abbassato un pò i livelli di cartacce, panni, polvere e gingilli, libri e fotocopie della mia stanza!

martedì 5 agosto 2008

Rifletto... ma non sono uno specchio

Eccomi qui a casa mia. Dopo un viaggio all'istituto per "capire" quando posso definirmi finalmente in ferie (cioè, quando sarà stabilito il giorno in cui mi lasceranno in pace senza dover per forza andare giù o sbrigare qualche faccenda...), eccomi a casa a giocherellare con la mia stampante... buste etichette... insomma, non potendo partire, cerco di giocare un pochino qui.

Questi sono giorni in cui ho avuto un po' di tempo per pensare. Pensare a quello che vorrei fare e ridimensionarlo alla luce di quello che in realtà POSSO fare. Pochi soldi amministrati al meglio e messi da parte, ma pur sempre pochini, un contratto che fa ridere i polli, tanti sogni, ma poco realizzabili.

Pensavo oggi al mio desiderio di crearmi una famiglia. Alla fine con un po' di sacrifici ci si può comprare una casa e sposarsi. Questo possiamo farcela a farlo con qualche aiutino e qualche sacrificio. Un figlio. Eccola qua la macchia nera. Con il mio contratto schifoso, un figlio non lo posso fare. Meglio. Nessuno mi vieta di farlo, ma con un bambino da crescere, non posso certo lavorare 10 ore al giorno... e con un contratto da far ridere e rinnovabile anno per anno... chi me lo rinnova dopo una gravidanza? Mi sento un po' presa per il collo, con una mano che stringe appena distolgo lo sguardo da quello che mi obbligano a fare. Sto cercando di cambiare lavoro, ma anche qui non è facile: solo contratti di collaborazione, dove il lavoratore ha meno diritti di zero.

A volte vorrei essere un uomo. E questa cosa mi fa rabbia.

elis@

sabato 2 agosto 2008

Viaggio all'Ichea

Sola in questo fine settimana. Sola da una settimana, orfana di ragazzo (a casetta sua per una settimana di ferie) e di sorella (in Calabria col suo boy per le vacanze [e pensare che io per partire l'ano scorso ho sudato 7 camicie e un cappotto... ma questi sono altri discorsi])... mi sono dedicata a me. A quello che mi piace fare, ho avuto la mia camera libera da una sorella troppo espansa per i miei gusti e ho potuto godermi i miei fumetti, i miei colori, le mie perline... tutto fuori per la gioia della mia creatività troppo spesso repressa.

Ieri son stata all'Ichea... ho sognato la mia casa.

L'ho immaginata, creata nella mia mente. Non che sappia già come sarà, ma so già come no sarà. L'ichea mi fa venire in mente un sacco di idee... amo l'ordine e devo dire che forse in un altra vita ero parente del Sig. Ichea. Tutto ha il suo posto. Ogni spazio può essere RE-inventato. Ho in mente un sacco di idee che prima o poi dovrò realizzare... ho deciso che istituirò l'agenda dei "progetti da realizzare" [sì, mi piace riutilizzare le agende nuove degli anni passati a mo' di quaderno]. Inizio subito, anche perché stasera torna Martina e domani il mio Samu e devo rientrare nei miei spazi al più presto!

Baci baci, elis@