sabato 19 agosto 2017

MIF2 - Settimana 2

Resoconto Seconda settimana: STALLO.
E per fortuna!

I barattoli sono fermi. La cosa importante è che non siano tornati al mittente i fagioli già spostati.
E' stata una settimana da incubo in cui ho cercato di resistere alla "bene e meglio" al sonno e alla stanchezza.
Samuele ha lavorato tre notti, il che significa:
Notti da sola e  le mezze giornate successive a cercare di tenerli a bada senza fare troppo casino.
Una di queste notti l'ho passata praticamente insonne.

Giocattoli onnipresenti.
Panni ovunque.
Pianti in ogni dove.

In un attacco di follia ho anche fatto ginnastica, di questo vi parlo in un altro post, sono organizzatissima.

Non ho bevuto abbastanza.
Non ho rispettato lo "zero fuori pasto".

Ricominciamo che è meglio!


Daje.

sabato 12 agosto 2017

MIF2 - Settimana 1

Resoconto Prima Settimana positivo.
Abbiamo spostato qualche fagiolo e ci siamo con la testa.
Ho ridotto i fuori pasto del 90%, mi ritengo soddisfatta.

Prossimo obiettivo:
ALMENO DUE LITRI DI ACQUA AL GIORNO.

Ho un paio di giorni per trovare un'app che mi ricordi di bere... al massimo mi metto qualche promemoria sul cell.

Avanti!!
Mancano solo 100 fagioli!
Tutto ciò con tutti e due i nani in casa che mi esauriscono, ma sono dettagli!

martedì 8 agosto 2017

Fasciare Baby Iena

È così che da un bimbo angelo siamo passati ad un bimbo dittatore, colui che urla ogni qualvolta ci sia qualcosa che non va:
Fame = Urla
Cade il Ciuccio = Urla
Pannolino sporco = Urla
Coliche = Urla atomiche
Posizione non gradita = Urla
Non riesce a dormire? = Urla

Ieri sera mentre mi urlava a sirena nelle orecchie perché non riusciva a prendere sonno mi è venuto in mente un vecchio articolo sulla fasciatura dei neonati. 
Prendo al volo il lenzuolino della carrozzina, lo lego tipo camicia di forza, 3 secondi e cade in catalessi.

Mio marito: Sicuro che respira!?!

Insomma ha dormito tre ore di fila.

Mia nonna dice che ai suoi tempi i bambini si fasciavano per raddrizzare le gambe... 
secondo me li tenevano fasciati con la scusa delle gambe e loro stavano buoni buoni tutto il giorno.
La foto esplicativa che mi ha risolto la vita con baby iena è questa:


Provare per credere.

Obiettivo MIF2 - I barattoli infami

...è ora di riprenderli e ricominciare.

Eccoli!!

Da ieri ho iniziato con l'intento di tenerli sott'occhio.
Stavolta ho deciso di pormi tre obiettivi, uno a brevissimo, uno a medio e uno a lungo termine.
Partiamo dall'ultimo: svuotare il barattolo entro Natale.
Medio: essere di dimensioni per me accettabili per fine settembre.
Brevissimo: evitare i fuori pasto.

Il brevissimo dura una settimana e lo cambierò ogni sette giorni.
Se questa prevede di evitare di stuzzicare, la prossima aggiungerà il monitoraggio dell'acqua bevuta, poi dei passi fatti, poi dell'esercizio fisico.
Ieri e oggi sono stata brava.
Vediamo se ci riesco!
Se non centrerò l'obiettivo ripeterò la settimana.
Mi peserò ogni sabato mattina.
Ce la posso fare.
Daje!

domenica 23 luglio 2017

Obiettivo MIF 2 - Xiaomi Mi Band miband 2


Allora, siamo a 15 gg dal parto.
Ho perso in totale già 15 kg, ma ne mancano ancora per tornare al vecchio obiettivo Mamma In Forma.
in questo caso ho deciso di rimettermi subito in riga, cominciando però a tener conto di quanto mi muovo, così Samu mi ha comprato questo "orologio" contapassi.
Da qui è possibile leggere:

"Xiaomi Mi Band 2 è un dispositivo consigliato se volete un sistema spiccio per ricevere le notifiche e per tenere un conto sommario dei passi durante la giornata, della distanza percorsa sul tapis roulant della palestra, delle ore di riposo notturno"

Carino, compatto e funzionale. Carina l'App con la quale è possibile anche tener sotto controllo il peso, i passi e le ore di sonno...

Eccolo!
L'abbiamo acquistato su Amazon e abbiamo aggiunto anche i cinturini FASHION colorati:
Al momento sto cercando di muovermi sempre di più, dalla prossima settimana (domani) inizio con alimentazione pulita al massimo e un po' di movimento organizzato, tanto la ferita del cesareo lo permette.
Poi... torneranno i barattoli INFAMI.

lunedì 10 luglio 2017

Lavoro e Fantasia!


Ecco gli ingredienti per realizzare questo fiocco!
Il LAVORO di papà ha fornito la camicia con la quale, la FANTASIA di mamma ha creato questo fiocco!
Volevo realizzarlo io, così ho iniziato a giardare su internet: immagini, Amazon, eBay... insomma quelli da comprare costavano tutti un'esagerazione e per personalizzarli avrei comunque dovuto lavorarci sopra. 
Quindi mi sono poi focalizzata solo sulle immagine che mi ha regalato Google.
Ho mixato un paio di idee e l'unica cosa che mancava era la stoffa... nei cassetti ecco la camicia di Samuele, perfetta per l'occasione!
"Amore, la posso usare?? È vecchia e ti sta grande..."
"Vai, è la mia preferita, ma proprio per questo non la butterei mai! Fanne buon uso."

Perfetto!
Con le maniche ho ricavato le code.
Con la schiena il fiocco.
Con un polsino (rigido quindi) la fascetta che chiude tutto.
La tela Aida ce l'avevo.
Ho cucito tutto in tre ore e ricamato nel tempo "libero da Simone" per 4 giorni!

L'8/7/2017 è nato Andrea, ed ecco il fiocco fuori la porta!
BENVENUTO AMORE DI MAMMA, PAPÀ E SIMONE!

venerdì 7 luglio 2017

A noi ci piace così!


Diciamocelo, a noi le cose semplici non piacciono e oggi sarebbe stata troppo liscia venire qui alle 6,45, fare accettazione, monitoraggio e partorire.

No, a noi piace fare tutto questo e poi sentirsi dire alle 13.10 che tutto verrà rimandato a domani.

Ora...quando ti danno buca ad un appuntamento al buio, ti senti un po' sfigato, bisogna ammetterlo.

Ci ripensi subito, però, quando, dopo 8 ore seduta su una sedia del pronto soccorso e i piedi di Bilbo Baggins, ti ricoverano e ti danno un letto tecnologico che ti fa pure il caffè... stremata, ho dormito 1 ora come l'ho toccato!

Che poi diciamocelo, amore di mamma, saresti stato troppo fighetto a nascere il 7/7/17... quindi aldilà di altre ventordicimila urgenze, ci vediamo domani (spero!).

giovedì 6 luglio 2017

Ciao Ciao Pipì! 2

Aggiornamento al post di qualche giorno fa...

Ieri sera l'ometto grande di casa ha rifiutato di mettere il pannolino.

Non abbiamo insistito, ma gli abbiamo solo spiegato che era meglio farla tutta prima di andare a ninna, ore 21.40.

Stamattina sveglia alle 6.30 con mutandine asciutte e l'abbiamo fatta tutta di nuovo nella tazza.

NON CI CREDO NEMMENO IO.
--------
Il libro qui sotto lo avevo comprato per l'occasione, ma non lo abbiamo letto. 
Domani glielo porterà il fratellino piccolo in regalo!

Acquistato da Amazon.

mercoledì 5 luglio 2017

#Vasocottura, che scoperta!

Tutto è iniziato per caso.
Sono a casa da 7 mesi e dopo essermi fracassata le cosiddette, aver perso la voglia di fare qualsiasi cosa, sono ripartita con la cosa che mi piace di più al mondo...
testare e provare cose nuove.

Una delle ultime cose che ho testato mi è stata involontariamente suggerita da una mia amica, che ha pubblicato su FB dei bei vasetti pieni di cibo, ha iniziato a parlare di #vasocottura, di un gruppo FB dedicato e di una vera svolta nella vita di chi corre tutto il giorno.

Siccome io (che sono a -2 dal parto) già sono nel panico al solo pensiero di ripartire con gli orari stretti e due bambini mi sono subito addentrata...
La tecnica viene spiegata benissimo qui, dalla Foodblogger Rossella Errante.
Il suo blog, ha un sacco di ricette semplici e carine, oltre a quelle sulla Vasocottura, (ve lo linko: Nel Tegame Sul Fuoco), ma quelle che usano questi vasetti miracolosi, mi hanno davvero affascinata.

In parole semplici: si cuoce in microonde con dei vasetti specifici, con tempi rapidissimi (si parte dai 6 minuti ma non si va oltre ai 10-15 minuti), le pietanze una volta raffreddate possono essere conservate in frigo per 15 giorni, tirate fuori al momento del bisogno e consumate dopo essere passate di nuovo un paio di minuti in microonde.
Ora, la tecnica, spiegata così, sembra una cagata, ma c'è uno studio dietro ben preciso e delle regole da rispettare, quindi vi consiglio di leggere il post linkato sopra.

Tra i vasetti consigliati ci sono questi Ikea: Korken da 0.5L a €1.99, e visto che mia mamma era in spedizione nel mio negozio svedese del cuore le ho chiesto di comprarmene 4, così, per provare.

Ieri, dopo aver testato il microonde per questa tecnica ho preparato forse una delle ricette più semplici del blog di Rossella e che ha avuto un successo e un risultato sbalorditivo!

Ex Risotto al Telefono!
Un Risotto al pomodoro (qui la ricetta) semplice e veloce.
Ho sporcato solo due vasetti ed è stato cotto solo 7 minuti. Ha richiesto una preparazione di forse 2 minuti a vasetto ed il risultato è stato sorprendente.
BUONISSIMO, con pochi grassi, pratico e veloce.

Al blog di Rossella si aggiunge un gruppo Fb in cui ci si scambia idee, opinioni e consigli culinari sempre monitorato dalla foodblogger stessa. Che dire??

Vi lascio i link dei due gruppi legati al blog e che dire: 
BUONA VASOCOTTURA A TUTTI!

(appena partorito vado all'ikea a comprare altri centordicimila vasetti, che quattro sono decisamente pochi!)

martedì 4 luglio 2017

Ciao Ciao Pipì!!

Questo il saluto che almeno 5 o 6 volte al giorno diamo alla pipì di Simone che scende nel wc!

Lo ammetto. Avevo gli incubi al solo pensiero... come si fa?? Ho reperito consigli ovunque:
- libri (ne ho un mare e mezzo e il capito "togliere pannolino" è un must in tutti.
- social (Un post su Facebook e ho collezionato parecchie idee)
- amici
- il gruppo delle mamme del nido.

Alla fine a casa avevo già:
- 1 riduttore del wc, carinissimo, che mi ha regalato una collega; 
- un vasino "classico" che più semplice non si può;
- 14 mutandine acquistate da Kiabi. Confezione da 7 a 7€, simpatiche, di cotone e colorate. Noi abbiamo le faccine coí mostriciattoli.
Una delle questioni era, QUANDO INIZIARE??
Al nido non ci hanno aiutate per niente, quindi avrei dovuto iniziare a "nido chiuso", ma con la nascita alle porte temevo si sarebbero accavallate le due cose.
E qui è arrivato "il caso" a darci una mano: le placche alla gola che ci hanno tenuto a casa per ben 12 giorni e l'antibiotico che ci ha fatto partire un bell'eritema da pannolino.

Ok. I segnali dal cielo erano chiari. E sono partita.

Occorrente necessario:
- santa pazienza;
- tutte le mutandine pulite e lavate;
- giochini da fare in bagno;
- giochino premio.

Ho tolto il pannolino dicendo a Simone che così sarebbe passato il prurito delle bollicine e che se faceva pipì doveva chiamare la mamma.

Giorno 1.
Abbiamo bagnato tutte le mutandine indossate, tranne l'ultima! Qui abbiamo scoperto cosa succede al pisellino quando ci "scappa forte", "Maaaammmaaaaa, guardaaaaa".

Giorno 2.
Bagnate 3 mutandine. 3 pipì e 1 cacca nel water. Qui è entrato in gara il primo giochino da fare in bagno: i pesciolini di legno acquistati da Tiger! Una svolta.
In attesa che Simone diventasse consapevole dello stimolo, abbiamo giocato!
Pesciolini e Bolle di Sapone in Bagno (per queste con la panza alla 39ª settimana ho rischiato la vita un paio di volte).
Quando è riuscito a beccare lo stimolo e a farla, gli ho dato la plastilina. 
Ad ogni pipì centrata un colore nuovo.


Giorno 3.
Simone ha imparato. Sorprendente.
Mi chiama perché la deve fare, andiamo in bagno, 20 secondi e la fa. 
Poi il rito: Ciaoooo pipì!! E giù lo sciacquone!

Ora facciamo la pipì prima di uscire e prima di andare a letto (più le varie richieste) e mettiamo il pannolino solo per la ninna. 
Abbiamo avuto un paio di incidenti perché eravamo presi dal gioco, ma abbiamo appena bagnato la mutandina e con una corsa abbiamo fatto il resto del wc.

Che dire??
AMORE DI MAMMA, mi hai davvero insegnato che puoi fare grandi cose se guidato. 
Ti amo!

mercoledì 28 giugno 2017

38° settimana...

...ho i piedi che esplodono, 
le mani che esplodono,
le labbra da Alba Parietti (che esplodono quindi).

10 giorni... solo 10 giorni...
Daje!