domenica 9 giugno 2019

E la gelosia?


“Come hai fatto?? E la gelosia?? A me mette pensiero farne un altro!”

A questa domanda ho risposto parecchie volte. 
Non c’è una ricetta scritta, non c’è un manuale che da le dosi, ma non è nemmeno scritto da nessuna parte che i bambini siano tutti uguali, che il primo sia per forza l’angelo della situazione ed il secondo il figlio segreto di Satana.
C’è però una cosa che funziona.
Pensare sempre che cosa faremmo noi nei loro panni.

Quale cosa vi fa ingelosire? Cosa scatena in voi mamme la gelosia?
A me non essere considerata, essere scansata, non essere al corrente, parlare costantemente di altri e non di me. Elogiare altri e non me, questo mi fa ingelosire!

E così ho fatto. Ho pianificato il loro incontro per mesi. Saremmo stati solo noi e il grande avrebbe avuto tutto il tempo per studiare il piccolo.
Nessuno prima di lui. Nessuno.
E così è stato lui a presentarlo agli altri.

Da lì il piccolo è entrato nella nostra normalità, noi abbiamo continuato a fare quello che facevamo prima e lo abbiamo fatto introducendo piano piano il piccolino. 

Il primo bagnetto lo abbiamo fatto insieme, i pannolini? Insieme.
Finché non è stata la normalità... ed è arrivato il primo: “no mamma, Andrea puzza!”

Non c’è la necessità di escludere i grandi, non pensate sia impossibile fare tutto con due bambini, è più semplice insieme che cercare di escludere il grande per non so quale strano timore.

Dite a nonni, zii e amici che basta salutare tutti allo stesso modo, chiedere al Fratello Grande come sta andando... lui saprà fare gli onori di casa e presentarvi il Fratello Piccolo, anche a 2 anni.

E poi?? Poi crescono e diventano la Banda Bassotti!
Elementare Watson!