venerdì 10 maggio 2019

Mamme a Incastro

Quante di voi erano e sono ancora campionesse di Tetris? 
Incastravamo blocchetti colorati su uno schermo, mentre oggi incastriamo lavoro, famiglia, figli, spesa e cura della casa e siamo decisamente più brave che con i blocchetti colorati.
Alzi la mano chi non lo fa.
E chi di voi impazzisce dietro questo gioco infernale? 
Quante mani alzate?
Troppe. 
Avete mai pensato che tutto quel tempo che ci disperiamo per organizzarci è tempo perso?
Le cose si fanno prima, e con meno fatica, se le pensiamo una alla volta, come con il tetris. 
Nel tetris se non si pensa un pezzo alla volta, il livello non si passa mai. 
Se speriamo di ritrovarci il pezzo perfetto, aspetteremo invano! 
Una dopo l’altra le cose ci sembreranno semplici e meno pesanti.
Tutte insieme, inevitabilmente sembreranno montagne insormontabili. 
Semplifichiamoci la vita, non ce l’ha detto mica il medico che “più complicato è più bello”.
Da quando affronto così la settimana, ho addirittura più tempo per me... provare per credere.

Se in questo modo tutto non è perfetto come ci dicono che debba essere, se tutto non torna al millimetro... fate così:
Alla fine della giornata, quando tutti dormono, sedetevi e pensate a tutto quello che avete fatto... non a quello che manca ancora da fare, quello che avete, che abbiamo fatto.

Siate orgogliose di voi stesse mamme!

Siate orgogliose della vostra forza, 
siate orgogliose dei vostri figli e di quello che ogni giorno fate per loro.
Accettatevi e amatevi. 
Guardatevi ogni tanto con gli occhi dei vostri figli, per loro siete perfette così. Incredibile vero?

Auguri Mamme!

(Alzate il volume che, se casca tutto, la soluzione è una bella risata!!!)
[prossima settimana mettiamo le cose in fila, vi va?]