lunedì 9 novembre 2009

RIFLESSIOLOGY

Eccomi al ritorno dalla febbre e dal sacro riposo.
 
In questi giorni in cui la febbre mi ha fatto delirare, credo di aver avuto dei lumi sul mio futuro.
 
Il mio lavoro mi piace, ma non mi piace queso modo di affrontarlo.
Non sono nata in Cina e non vedo perchè dovrei lavorare come un asiatico 12 ore al giorno. Mi prenderò il mio dottorato per mera soddisfazione personale e poi... ragazzi miei me ne infischio di fare sta vita per arrivare in un non so dove indefinito, passando per troppe rinunce senza avere la certezza di arrivare poi.
 
Perchè vi dico questo?
Perchè appena 3 giorni fa il capoPPP ha bidonato il Super-Leccacuxx di turno. Sperava in un aiuto al concorso e picche.
Tutta lingua sprecata! E soprattutto tempo sottratto alla sua vita...
 
L'ho sempre detto che qua non hanno capito un accidente. Rimanere tutto il giorno in laboratorio, anche facendo finta di lavorare, per sperare in un non so quale beneficio futuro?? Io esco di qui stremata, ma appena posso me ne scappo. Tanto alla fine, qua tutto quello che uno fa, non è nemmeno considerato. Fare la reclusa per quale motivo?? Per far finta di essere dedita al lavoro e lavorare per una causa comune? Bah.
 
Quindi... appena posso, scappo. Giuro. Altri due anni da cinese sottopagato e poi SCAPPO.
 
Segnatevi questo post, che fra due anni faremo i conti.
 
elis@

3 commenti:

Disegno Fuliggine ha detto...

*applausi*

Alla tua giovane età hai già capito molto di più di quanto abbiano fatto alcune mie cotanee (e chissà quanti altri!).

Siccome sono a Roma per qualche giorno, che dici se ci si fa una pizza con Mr. Henri e ovviamente col tuo Sam?
Se ti va, contattami alla mail che trovi sul mio blog.

Ciao!

D.F.

Nutmeg ha detto...

Me lo segno, eh. Tra due anni ti controllo.

Anonimo ha detto...

BASTA CHE NON SCAPPI ALL'ESTERO CHE SENN0' COME FACCIAMO???
BACIO ZIA